Ultima modifica: 19 gennaio 2016

Valutazione nella scuola primaria

La valutazione periodica degli apprendimenti degli alunni è espressa in decimi; la certificazione delle competenze da essi acquisite in tre livelli.

La valutazione del comportamento è espressa attraverso la formulazione di un giudizio redatto collegialmente dai docenti contitolari di classe (vedi tabella di riferimento).

La comunicazione della valutazione avviene in due momenti: 1° e 2° quadrimestre. Sono previsti, inoltre, informazioni interquadrimestrali attraverso i colloqui individuali.

 

Diversamente abili e DSA

Per la valutazione degli alunni diversamente abili si tiene conto, dell’aspetto relazionale e delle attività svolte nelle diverse discipline, secondo gli obiettivi delineati nel P.E.I. (Piano Educativo Individualizzato) corrispondenti agli insegnamenti impartiti e idonei a valutare il progresso dell’alunno in rapporto alle sue potenzialità e ai livelli di apprendimento iniziali.

Per gli alunni in situazione di difficoltà specifica di apprendimento (D.S.A.), durante lo svolgimento delle attività didattiche, sono attivate le misure compensative e/o dispensative previste dalla legge (prot. n°4099/A/4 del 05.10.2004 e prot. n° 26/a/4 del 05.01.2005 del M.I.U.R.);  la relativa valutazione è effettuata tenendo conto delle particolari situazioni ed esigenze personali degli alunni.

 

Griglie dei descrittori

Al fine di ottenere omogeneità nelle valutazioni disciplinari, di rendere trasparente l’azione valutativa della scuola e di avviare gli alunni alla consapevolezza del significato attribuito al voto espresso in decimi, sono state predisposte:

una griglia dei descrittori del significato dei voti (Obiettivi della programmazione disciplinare)

una griglia dei descrittori del comportamento

una griglia per la stesura del giudizio globale intermedio e finale

A partire dall’anno scolastico 2010-2011 viene rilasciato agli alunni delle classi quinte un  certificato attestante il livello di competenze trasversali alle varie discipline raggiunte al termine della scuola primaria. Questo certificato è presentato in allegato al POF.

 

Griglia dei descrittori del significato dei voti

Nota: Giudizio complessivo, impegno ed autonomia per i voti 8-7-6-5 riportano la descrizione 1 e 2 da utilizzare secondo varie articolazioni delle stesse, in base alle osservazioni e alle verifiche effettuate dall’insegnante del percorso di apprendimento dell’alunno.

voti

giudizio complessivo 1

giudizio complessivo 2

impegno 1

impegno 2

autonomia 1

autonomia 2

10 Ha raggiunto tutti gli obiettivi con ottima padronanza. Dimostra di saper utilizzare e collegare dati e concetti in contesti diversi e nuovi in modo personale e creativo   Si impegna in modo costante e responsabile   Si organizza autonomamente  
9 Ha raggiunto tutti gli obiettivi con piena padronanza. Dimostra di saper utilizzare dati e concetti in contesti diversi e nuovi con spunti creativi e originali   Generalmente si impegna in modo costante e responsabile   Si organizza autonomamente  
     8 Ha raggiunto tutti gli obiettivi con buona padronanza e con iniziale capacità di trasferimento e di elaborazione di ciò che ha appreso Ha raggiunto tutti gli obiettivi con iniziale capacità di trasferimento e di elaborazione di ciò che ha appreso Si impegna in modo costante Si impegna in modo abbastanza costante Si organizza autonomamente Si organizza con discreta autonomia
7 Ha raggiunto tutti gli obiettivi previsti Ha raggiunto parzialmente gli obiettivi previsti Si impegna in modo regolare Si impegna in modo non sempre regolare Comincia ad organizzarsi autonomamente Ha bisogno dell’adulto per organizzare il proprio lavoro
6 Ha raggiunto gli obiettivi di base Ha raggiunto parzialmente gli obiettivi di base Si impegna in modo regolare Si impegna in modo non sempre regolare Comincia ad organizzarsi autonomamente Ha bisogno dell’adulto per organizzare il proprio lavoro
5   Non ha raggiunto gli obiettivi minimi Si impegna in modo regolare Si impegna con discontinuità Ha bisogno dell’adulto per portare a termine il proprio lavoro Ha bisogno costante dell’adulto per portare a termine il proprio lavoro

 

Griglia dei descrittori del Comportamento

Adeguato Si impegna, è attento, partecipa, collabora, si relaziona positivamente con compagni e adulti, rispetta le regole di convivenza, sa organizzarsi, è autonomo.
Parzialmente adeguato Si impegna, è attento, partecipa, collabora, si relaziona positivamente con compagni e adulti, rispetta le regole di convivenza, sa organizzarsi, è autonomo… non ancora, non sempre, in modo discontinuo.
Non adeguato Impegno, attenzione, partecipazione, collaborazione, relazionalità, rispetto delle regole di convivenza, organizzazione ed autonomianon sono adeguati.

 

Griglia per la stesura del giudizio globale intermedio e finale

identità
Frequenza scolastica Regolarediscontinua    saltuaria   sporadica    occasionale
Interesse Notevole     elevato     spontaneo      vivace     costante      buono       sufficiente selettivo     da sollecitare    da stimolare    saltuario    discontinuo    scarso     non evidente
Impegno:                        a  scuola, nei compiti a casa Notevole     tenace   puntuale   regolare    costante   responsabile   continuo superficiale    discontinuo    inadeguato   limitato   scarso
Attenzione, partecipazione, collaborazione Adeguata – non sempre adeguata  – non adeguata       continuativa     costante (non costante)       vivace     attiva      propositiva      spontanea      pertinente (non pertinente)      essenziale      breve      limitata   sporadica      selettiva occasionale      discontinua      da sollecitare      scarsa    saltuaria

 

 

Relazionalità:                  con i compagni, con gli adulti Positiva    adeguata     serena   disponibile  fiduciosa   collaborativa   costruttiva corretta          aperta (al dialogo, alla critica)    riservata   difficoltosa  competitiva      oppositiva       esuberante      dipendente      selettiva      continuativa      saltuaria       occasionale
Conoscenza e rispetto delle regole di convivenza Adeguata       parzialmente (poco) adeguata        non adeguataconsapevole    responsabile     corretta     parziale    discontinua    superficiale
Autonomia Adeguata        parziale        in (positiva) evoluzione

 

Metodo di lavoro
Ascolto Costante  attento   continuativo   saltuario   frammentario
Organizzazione        (tempi, materiali,…) Autonoma   adeguata    accurata   sistematica   sicura  precisa    incerta   disordinata   dispersiva   parziale    non adeguata  da guidare   da sollecitare
Rielaborazione Personale    creativa    originale    comincia ….
Livello complessivo di apprendimento
Conoscenze (…   generalmente …   non sempre …) adeguate       complete     buone   approfondite   apprezzabili       essenziali       superficiali   parziali (incomplete)    inadeguate    scarse
Abilità Adeguate  buone      complete    essenziali    sicure    apprezzabili     meccanicheParziali     inadeguate    discontinue   scarse
Risultati Eccellenti       ottimi       soddisfacenti      buoni       discreti      sufficienti       non (ancora-sempre) sufficienti     scarsi        non (ancora-sempre) adeguati     in  (positiva ) evoluzione

 




Link vai su