Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

I.C. "Cesco Baseggio"

I.C. "Cesco Baseggio"

Via Trieste, 203 – 30175 Venezia Marghera Tel. e Fax 041.920530

Concorso VERITAS

Riassunto

Concorso VERITAS Ancora una vittoria per la classe terza della scuola primaria “S. G. Bosco” al concorso indetto dalla VERITAS “L’ambiente dice grazie!”. Gli alunni  …

copertina l'ambiente dice grazie

Concorso VERITAS

Ancora una vittoria per la classe terza della scuola primaria "S. G. Bosco" al concorso indetto dalla VERITAS "L'ambiente dice grazie!".

Gli alunni  stavolta conquistano il primo gradino del podio, con grande soddisfazione delle docenti che hanno insegnato ai bambini a usare la tecnologia per realizzare in maniera espressiva e accattivante un video sul ciclo idrico integrato.

 

La società multiservizi possiede un attivo settore dedicato all'educazione e, all'interno delle iniziative promosse per le scuole, bandisce ogni anno un concorso a premi.

Il tema di quest'anno è stato il ciclo idrico integrato e la gestione delle acque reflue, argomento che ha suscitato l'interesse dei bambini della classe, già molto sensibili ai problemi dell'ambiente legati all'acqua, grazie al lavoro di educazione civica svolto sull'obiettivo 6 dell'Agenda 2030 durante l'Unità didattica dedicata nel secondo quadrimestre.

L'idea vincente è maturata collegando conoscenze scientifiche, espressività e tecnologia.  Dopo la visita del simpatico Mattia, l'addetto di Veritas che attraverso un intervento in classe ha fatto conoscere ai bambini le attività di depurazione necessarie per reimmettere nell'ambiente l'acqua utilizzata nelle nostre case, gli alunni hanno progettato un'animazione realizzata attraverso la programmazione a blocchi con Scratch, il programma di coding che hanno già imparato ad usare per partecipare a un altro concorso sulle nuove tecnologie.

Divisi in gruppi, hanno realizzato il personaggio della gocciolina parlante, manipolando immagini originali o reperite sul web, che accompagna gli spettatori in un viaggio nelle varie tappe dal rubinetto di casa ai fiumi e al mare. Hanno disegnato in coppie gli sfondi su cui si muove la gocciolina e assemblato il tutto grazie al linguaggio di programmazione conosciuto.
Le decisioni venivano prese dalla classe discutendo in gruppo, poi a turno un bambino alla volta scriveva un pezzetto di codice.
É stato un lavoro entusiasmante e coinvolgente.