Ultima modifica: 21 gennaio 2016

Scuola Primaria “San Giovanni Bosco”

PTOF 2016/2019

allegato PTOF primaria

 

Il plesso di Ca’ Sabbioni porta il nome di S. G. Bosco. Giovannino Bosco nacque a Becchi (attuale Colle Don Bosco), frazione di Castelnuovo d’Asti (ora Castelnuovo Don Bosco, nella provincia di Torino), il 16 agosto 1815. Fin da piccolo Giovanni aveva desiderato di aiutare i ragazzi poveri e senza affetti. Nel 1824 sognò che, secondo la volontà di Dio, avrebbe dovuto dedicare la sua intera esistenza all’educazione dei giovani abbandonati e avviati su cattiva strada. Questo sogno si avverò, perchè Giovanni non fece altro che questo per tutta la vita.
Ordinato sacerdote il 5 giugno 1841 dall’Arcivescovo di Torino, nel 1842 fondò il suo primo Oratorio, nel sobborgo di Valdocco, accogliendo circa venti ragazzi.

Nel 1888, a Torino, all’alba del 31 gennaio, don Bosco morì. Nel 1929 fu beatificato dal Papa Pio XI. Il 1 aprile del 1934, giorno di Pasqua, Don Bosco fu dichiarato Santo. La sua festa ricorre il 31 gennaio. Nella celebrazione del centenario della sua morte, avvenuta nel 1988, Giovanni Paolo II definì Don Bosco Padre e Maestro della gioventù. Don Bosco adottava un metodo educativo molto efficace, che egli chiamava Sistema preventivo, basato sulla ragione e sull’amore per il prossimo. Egli, profondo conoscitore della psicologia infantile, aveva per motto: “Prevenire, non reprimere”. In pratica, predisponeva i giovani all’amore per il prossimo e all’allegria ma, contemporaneamente, sorvegliava il loro comportamento ed interveniva efficacemente, senza mai esagerare nelle punizioni.

Ca’ Sabbioni e’ uno dei tre quartieri dell’entroterra veneziano che, insieme a Ca’ Emiliani e Ca’ Brentelle, nacque nel periodo fascista. La provenienza degli abitanti è alquanto eterogenea: la parte piu’ consistente era formata da veneziani costretti a lasciare la citta’ per svariate motivazioni; da Santa Marta per permettere il completamento del porto turistico; da Castello, da Baia del Re e dalla Giudecca per problemi d’affitto; altre famiglie per cercare fortuna nella zona industriale di Marghera nata nel 1917. Per un banale errore dei funzionari del comune, furono invertite le tabelle con i nomi dei villaggi di Ca’ Sabbioni e di Ca’ Brentelle e l’errore venne scoperto nel 1949, quando, l’allora Societa’ Adriatica Di Elettricita’ constatò che gli intestatari dei nuovi contatori elettrici piazzati nelle abitazioni, non corrispondevano ai nominativi dei residenti. Questa curiosità ci viene raccontata da chi ricorda che un giorno la maestra disse: “Bambini, da oggi la data va scritta in questo modo: non piu’ Ca’ Brentelle ma Ca’ Sabbioni”.

Venite a trovarci nel nostro Blog: sangiovannibosco.wordpress.com

Dove siamo:  Via Ortolan, 17 – 30126 Venezia Ca’ Sabbioni

Tel/fax: 041921463

La mia posizione
Ottieni i Percorsi




Link vai su